Tu sei qui

Raffello e Firenze

Obbligo mascherina.

Prenotazione consigliata presso la biglietteria.

Accesso diretto in biglietteria ed inserimento nel primo slot libero di ingresso.

L'ultimo ingresso è un'ora prima della chiusura. 

Orario

In occasione del cinquecentenario della morte di Raffaello, la Sala d'Arme di Palazzo Vecchio ospita la mostra “Raffaello e Firenze”, portando all'attenzione del pubblico gli anni fiorentini dell'artista, attratto dal fervido clima culturale della città nel primo Cinquecento. Al centro della mostra il “Ritratto di giovane donna in busto”, un prezioso disegno oggi conservato al Palais des Beaux-Arts de Lille ed emblematico dell’intenso dialogo dell'Urbinate con i grandi artisti incontrati in città, primo fra tutti Leonardo. Ed è proprio intorno a quest'opera che è stato realizzato un racconto multimediale, che ci permette di ripercorrere gli anni che hanno maggiormente influito sulla formazione dell’artista e di conoscere la rete relazionale, politica, sociale e artistica, intessuta da Raffaello, raccontandone le vicende e mostrando i capolavori di quel periodo, come i Ritratti di Agnolo Doni e di Maddalena Strozzi e la Madonna del Cardellino, oggi conservati a Firenze presso le Gallerie degli Uffizi.

Photo gallery

Clicca per ingrandire