Tu sei qui

Palazzo Pitti-Museo delle Porcellane
21
Fast track Garantito
Il Museo raccoglie le collezioni soprattutto di porcellane da tavola delle case regnanti che si sono succedute a Palazzo Pitti, dai Medici ai Lorena, compresa la dinastia dei Borbone-Parma con Maria Luisa granduchessa di Toscana e la sorella di Napoleone, Elisa Baciocchi, alla quale appartiene il famoso servito di Sèvres donato dall’augusto fratello nel 1810. Il Museo è allestito nella settecentesca Palazzina detta del Cavaliere, suggestivamente posta sulla sommità del giardino di Boboli. Nella prima sala sono esposte le porcellane della Real Fabbrica di Napoli comprendenti una serie di busti in biscuit, raffiguranti personaggi dell’antichità classica, riproduzioni dagli scavi di Ercolano, diciotto figurine riproducenti le “vestiture” del Regno di Napoli, due “dejeuner” decorati l’uno con motivi all’egizia, l’altro all’etrusca. Non mancano pezzi dell’Ottocento come le deliziose tazzine con le vedute delle piazze fiorentine eseguite a Doccia su modelli di litografie del francese Benoit. La porcellana francese è rappresentata da esemplari della fabbrica di Vincennes e di Sèvres. Nella seconda sala un ricco nucleo di porcellane di Vienna, pervenuto a Pitti dai granduchi lorenesi Pietro Leopoldo e Ferdinando III di Lorena, appassionato collezionista di porcellane e in particolare dei serviti ‘solitaire’. Nella terza sala, infine, sono esposte le porcellane di Meissen e di altre manifatture tedesche.
piazza Pitti 1
50125 Firenze , FI
055 23885

Orario


Note di accesso

Da Ottobre a Marzo ingresso gratuito ogni 1° domenica del mese.
L'ultimo ingresso è un'ora prima della chiusura.
L'accesso prioritario, riservato ai possessori di Firenzecard, al complesso di Palazzo Pitti è situato presso il Bookshop nel cortile interno. 
 

Accesso facilitato

Non accessibile

Photo gallery

Clicca per ingrandire