palazzomediciriccardi

Il Palazzo, simbolo del potere mediceo, diventa il protagonista con la sua affascinante storia dell'iniziativa Il Palazzo enigmistico, per scoprire divertendosi la storia, gli eventi e l'arte di uno dei simboli della città: tre appuntamenti settimanali (lunedì, mercoledì e venerdì) ti aspettano sulla pagina Facebook del museo.

E tante sono le curiosità legate a questo museo. Te ne raccontiamo qualcuna: pensa che la costruzione del Palazzo, uno dei più alti esempi di architettura civile rinascimentale, era stata commissionata a Brunelleschi, al quale Cosimo poi preferì Michelozzo per non suscitare le invidie dei propri concittadini. Il progetto di Michelozzo era, infatti, più discreto rispetto alla magnificenza e alla sontuosità del palazzo progettato da Brunelleschi. Se provi a prestare attenzione, poi, alla sua ubicazione, ti accorgerai che fu costruito proprio all'interno del “quartiere mediceo”, cioè in un luogo strategico, all'incrocio fra la Via Larga (l'attuale via Cavour) e via de' Gori, vicinissimo alle chiese della famiglia (la Basilica di San Lorenzo e la Basilica di San Marco) e al Duomo, simbolo del potere religioso.

Continuando, al suo interno, questo ricorso all'arte per celebrare il potere è osservabile nella suggestiva Cappella dei Magi, dove tra i seguaci dei Magi sono ritratti numerosi membri della famiglia Medici: sulla parete nord, Gaspare (il giovane Mago biondo e imberbe), che guida il corteo, ha le sembianze di Lorenzo il Magnifico e ben visibile, all'altezza della testa, vi è un arbusto di alloro, che allude al suo nome. Dietro di lui sono identificabili Cosimo con i figli Piero, Giovanni e Carlo, i fanciulli Lorenzo e Giuliano di Piero, il pittore Benozzo.

Che dirti: gioca e scopri!