Tu sei qui

Palazzo Pitti-Museo Giardino di Boboli
19
Fast track Garantito
Alle spalle di Palazzo Pitti si estende il meraviglioso giardino di Boboli. La fama del Giardino nasce con i Medici, che per primi ne curarono la sistemazione, creando il modello di giardino all’italiana che divenne esemplare per molte corti europee. Il Giardino fu progettato da Niccolò Pericoli, detto il Tribolo, artista che già aveva dato prova delle sue qualità realizzando i giardini delle ville medicee di Castello e della Petraia, ma la realizzazione fu poi però affidata ad altri. Dal primo progetto, piuttosto semplificato, si passò nel Seicento ad un'architettura molto più complessa e successivamente all'aspetto che oggi possiamo ammirare, frutto di altre modifiche del Settecento ed Ottocento. La vasta superficie verde costituisce un vero e proprio museo all’aperto, popolato di statue antiche e rinascimentali, ornato di grotte, prima fra tutte quella celeberrima realizzata da Bernardo Buontalenti, e di grandi fontane, come quella del Nettuno e dell’Oceano. Particolarmente suggestiva è la zona a terrazzamenti ove si trova il settecentesco padiglione del Kaffeehaus, raro esempio di architettura rococò in Toscana o la Limonaia, costruita da Zanobi del Rosso fra il 1777 e il 1778. I suoi affascinanti percorsi consentono di cogliere lo spirito della vita di corte e di godere dell’esperienza di un giardino affascinante. 

 
piazza Pitti 1
50125 Firenze
055 23885

Orario


Note di accesso

Da Ottobre a Marzo ingresso gratuito ogni 1° domenica del mese.
L'ultimo ingresso è un'ora prima della chiusura.
L'accesso prioritario, riservato ai possessori di Firenzecard, al complesso di Palazzo Pitti è situato presso il Bookshop nel cortile interno.
L'accesso al Giardino con Firenzecard è solo da piazza Pitti.
 

Accesso facilitato

Parzialmente accessibile

Photo gallery

Clicca per ingrandire
Hierapolis

Hierapolis, Signora delle Ninfe

da 26/05/2020 a 18/10/2020